Per lo studio e la ricerca in neuro-psico-biologia e neuroscienze cliniche

RICERCA E CURA IL PRINCIPALE OBIETTIVO

La Fondazione Neurone onlus, costituitasi a Roma, in data 27.04.2006, per volontà dei Dott.ri Giulio Nicolò Meldolesi ed Emanuela Costa Meldolesi, è un’organizzazione senza fini di lucro che elabora, realizza e sostiene finanziariamente progetti di ricerca clinica finalizzati alla prevenzione, alla cura, e alla comprensione delle cause delle più gravi e invalidanti malattie neurologiche e psichiatriche come l’Epilessia, il Morbo di Parkinson, la Malattia di Alzheimer, la Schizofrenia, il Disturbo Bipolare, la Depressione, i Disturbi d’Ansia, tra cui il Disturbo di Panico e Ossessivo-Compulsivo, l’Anoressia e la Bulimia.

Queste le statistiche, che dimostrano l’altissima incidenza di queste malattie sulla popolazione mondiale:

  • l’ Epilessia colpisce circa 45 milioni di persone nel mondo. L’incidenza è più alta nei bambini piccoli e negli anziani;
  • la Malattia di Alzheimer colpisce il 10% circa delle persone con più di 65 anni. Nei paesi sviluppati, la Malattia di Alzheimer è la terza più diffusa malattia terminale dopo le malattie cardiache e il cancro. Solo negli Stati Uniti colpisce 4 milioni di persone;
  • il Morbo di Parkinson e le sindromi parkinsoniane, colpiscono fino al 15% degli individui entro i 74 anni e più della metà dei soggetti sopra gli 85 anni;
  • la Schizofrenia ha una prevalenza (= numero di casi esistenti della malattia) nella popolazione generale di circa lo 0,5-0,6%.
  • Dei pazienti schizofrenici il 70% si ammala in un’età compresa tra i 15 e i 35 anni;
  • secondo il Global Burden of Disease Study condotto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Depressione Maggiore Unipolare risulta essere la quarta tra tutte le malattie nei termini di anni di vita perduti tenendo conto della disabilità e si stima che diverrà la seconda entro l’anno 2020. Circa il 4% della popolazione adulta italiana soffre di un disturbo depressivo nel corso di un anno;
  • i Disturbi d’Ansia rappresentano la più diffusa malattia psichiatrica nella popolazione generale ed è presente nel 15-20% dei pazienti che si rivolgono a un medico. Il 6% circa degli italiani adulti soffre di un disturbo d’ansia nel corso di un anno;
  • l’1% delle adolescenti e giovani donne si ammala di Anoressia Nervosa e il 2-3% di Bulimia Nervosa. In generale, disturbi dell’alimentazione si riscontrano sino al 4% delle adolescenti e dei giovani studenti;

a ciò si vanno ad aggiungere i tumori cerebrali, che si manifestano con sintomi neuropsichiatrici in una percentuale che va dal 16% al 90% dei casi.

La Fondazione promuove altresì direttamente o indirettamente ogni iniziativa culturale, promozionale ed educativa, compresa la formazione di personale medico e paramedico, atta a destare l’attenzione ed il sostegno anche economico di persone, istituzioni pubbliche e private di qualsiasi genere, verso le necessità e la qualità della vita di quanti siano affetti da malattie neurologiche e psichiatriche.

QUALI RICERCHE SOSTENERE

La Fondazione sostiene primariamente progetti di ricerca clinica interdisciplinare sul funzionamento dei sistemi neurali a vari livelli d’indagine, dalla genetica alla biologia molecolare, all’elettrofisiologia, alla neuroradiologia morfologica e funzionale, che comprendano anche lo studio della personalità, delle emozioni, della cognizione e del comportamento.

I progetti sostenuti dalla Fondazione mirano a perfezionare protocolli d’intervento clinico che impiegano metodiche e tecnologie innovative.

A questi progetti partecipano specialisti di fama internazionale, neurologi, neurochirurghi, psichiatri, neuro-psicologi, neuro-radiologi, bio-ingegneri, genetisti, biologi molecolari e farmacologi. L’impegno comune di questi specialisti garantisce le migliori cure per i pazienti, determinando considerevoli miglioramenti della qualità di vita, fino ad arrivare, nei casi selezionati e per specifiche affezioni, alla completa guarigione dalla malattia (*).

Resta in contatto