Per lo studio e la ricerca in neuro-psico-biologia e neuroscienze cliniche

Caserta Hub Lab

La presentazione del Hub Lab è avvenuta a Caserta il 3 novembre 2015, in occasione del Simposio internazionale “Oltre le frontiere della scienza: dove le neuroscienze e la neurotecnologia si incontrano”, organizzato dalla Fondazione Neurone Onlus e dalla Fondazione Neuromed.

Questo Simposio ha visto la partecipazione di alcuni tra i nomi più illustri del panorama scientifico nazionale e internazionale, afferenti a diverse Istituzioni Universitarie ed enti pubblici e privati di ricerca: il Brain Machine Interface Laboratory della Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia – IIT di Genova; l’ Albany Medical College e il Wadsworth Center, Albany, New York; il Laboratorio di Imaging Neuroelettrico e Brain-Computer Interface della Fondazione Santa Lucia IRCCS di Roma; il Dipartimento di Ingegneria informatica, Automatica e Gestionale – DIAG – dell’Università “Sapienza” di Roma.

La realizzazione dei laboratori del Caserta Hub Lab è stata resa possibile dalla disponibilità del grant PON del MIUR, finalizzato al potenziamento delle strutture e delle dotazioni scientifiche e tecnologiche dell’Unione Europea. La gestione del grant è stata orientata specificamente allo sviluppo di alto profilo tecnologico del Caserta Hub Lab ed alla sua qualificazione intellettuale.

Il Caserta Hub Lab, realizzato dalla Fondazione Neurone, costituisce la prima infrastruttura del Meridione interamente dedicata alla Neurocibernetica, cioè a quell’insieme di tecnologie che consentono l’analisi dei segnali cerebrali per lo sviluppo di macchine automatiche e strumenti elettronici in grado di simulare specifiche funzioni dell’essere umano. Questi progetti si collocano ai confini avanzati delle neuroscienze. A questo livello la medicina s’incontra con l’ingegneria e le neuroscienze si combinano con la meccatronica. In termini generali, il beneficio che nasce da questi incontri, documentato da risultati scientifici ottenuti soprattutto negli Stati Uniti, si basa sulla possibilità di connettere un computer o un arto robotico direttamente al cervello umano.

Comments (0)

Resta in contatto